CANZONE PER UNA SUORA - parodia CANZONE PER UN'AMICA di Guccini

Brano scritto ormai da diversi anni, ha riscosso successo e bestemmie in ogni parte di Emilia. Ogni riferimento a fatti, luoghi e persone è puramente casuale. CANZONE PER UNA SUORA casta e smarrita attendevi la broda dal rostro del francescano dentro la stanza di quelle segrete l'avevi un po' in bocca e un po' in mano sotto il suo saio e il cordone s'ergeva come un serpente di pietra la grossa nerchia che con molta astuzia ingoiavi con tutta l'uretra forte il tuo palmo strigevi sull'asta forte la gola ad imbuto eri una suora ma non tanto santa pregavi e leccavi uno scroto ti prese i fianchi e con impeto innato t'impronò sopra l'altare stringesti i denti, gridasti dal gusto e non servì a niente il pregare quel fraticello sentiva il rumore dei tuoi servizi e del passo di un vecchio prete, spiava di brutto e di bianco spruzzò il crocefisso non lo sapevi, ma cosa hai sentito quando la mazza è sfuggita ti fece un tappo, ti bucò un polmone gemevi da vacca stupita saluti e baci poi tutto è finito ma in te che cosa è cambiato? ciò che i tuoi santi non possono darti quel giorno tu l'hai assaggiato voglio però ricordarti com'eri a pecora su di un altare (incaprettata) con la sottana rialzata sul capo e il frate sembrava un cinghiale (il gran pennello) intermezzi: ave o maria non sei più pia ora sei rea tachicardia lasci la scia

Il video dal titolo: CANZONE PER UNA SUORA - parodia CANZONE PER UN'AMICA di Guccini della durata di 00:03:28, appartiene alla categoria: Parodie Canzoni ed è stato caricato nel canale Vittorio Sprappi. Condividilo con tutti i tuoi amici!

Video correlati

Più popolari della categoria


Più cliccati dal web